Siamo tutti bravi a dire che si possiede l’idea più bella del mondo. Forse hai ragione o forse no, ma una delle prime domande a cui si deve rispondere è:

Come ci guadagno???

Come ogni business che si rispetti anche una Startup digitale ha bisogno del suo: Business Model.

Sin dall’inizio devi pensare a come monetizzare, per sostenere la startup e farla crescere.

Quello che molti Startupper credono di poter sorvolare all’inizio risulta poi essere un reale “problema” in futuro.

Questo accade perché il ragionamento degli aspiranti Startupper è il seguente:

“Se l’idea è fenomenale non occorre sapere di preciso come arriveranno i soldi, tanto prima o poi arriveranno.”

Non c’è errore più grave nel pensare tutto ciò!

Bisogna individuare sin da subito come monetizzare la nostra Startup digitale, sopratutto se si vogliono aggiungere al progetto altre persone, quali investitori e/o altri soci.

Non solo Parole!

Proprio cosi: questo è uno dei punti fondamentali dove la nostra idea a Parole incontra i Numeri reali del business.
Attraverso quest’ultimi la nostra idea risulterà interessante agli occhi altrui, perché tramite essi possiamo capire quale sarà il ritorno economico della Startup.

startup-business-model

Vediamo ora con precisione quali sono e come scegliere il giusto modello di Business per la tua Startup Digitale.

I Business Models

Esistono sostanzialmente 6 modelli di business per una Startup Digitale, che possono assumere caratteristiche diverse a seconda del progetto.

 

1) PIATTAFORME DI SCAMBIO: sono siti di commercio elettronico. Offrono un luogo dove gli utenti possono scambiarsi beni.

Esempio : Ebay

2) PIATTAFORME DI VENDITA: sono in sostanza dei punti vendita digitali, vendono cioè prodotti di varie imprese al consumatore finale.

Esempio: Amazon

3) FREEMIUM: prevede una versione base del prodotto distribuita gratuitamente e una versione completa, adatta ai consumatori più esigenti, a pagamento.

Esempio: Spotify.

4) ADVERTISING: è un modello che prevede la distribuzione gratuita del prodotto agli utenti e il finanziamento dell’attività aziendale con i proventi pubblicità.

Esempio: app e o siti con banner pubblicitari.

5) CLOUD COMPUTING MODEL: l’azienda sviluppa un prodotto e ne concede l’utilizzo al consumatore dietro pagamento: l’utente non possiede il prodotto ma usufruisce via internet di un servizio . Esso può essere erogato in vari modi: Saas (Software as Service), IaaS (Infrastructure as a Service), PaaS (Platform as a service) rispettivamente programma, infrastruttura e piattaforma fornita come servizio.

Esempio: Dropbox, WordPress.

6) COMUNITY MODEL: si caratterizza per la costante attività cooperativa che unisce azienda e clienti. Spesso il prodotto è user-generated, cioè creato direttamente dall’utente!

Esempio: Wikipedia.

startup-valore-crescitaCome possiamo vedere esisto ben sei modelli di business.
Dovrai trovare quello che più fa al caso tuo.
Il consiglio per ogni aspirante Startupper è quello di individuare più modelli di business per sostenere al meglio la propria Startup in modo da generare più entrate e restare appetibili agli occhi degl’investitori.

Il tuo modello di business e quindi il tuo modo di monetizzare aiuterà a creare Valore per la tua Startup, determinando così la Crescita e la scalabilità del tuo progetto.

Punti Chiave:

1) Come ci guadagno?
2) Scegli il tuo modello di business (più di uno è meglio)
3) Crea Valore 

Approfondisci l’argomento scaricando l’Ebook gratuito:

Scarica E-Book!
Inserisci Nome ed Email e Richiedi ora la tua Copia - GRATUITA!
I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. (legge sulla privacy)